A2 KET: esercitarsi online

Ragazzi, in previsione della sessione esami del prossimo autunno, potete esercitarvi

online

1- https://assets.cambridgeenglish.org/cbt/key-for-schools-listening-2020/index.xhtml?location=local

2. https://assets.cambridgeenglish.org/cbt/key-for-schools-reading-writing-2020/index.xhtml?location=local

3.risposte

prove complete del test in pdf con soluzioni:

prove Speaking

Reading Advanced e Proficiency

Pronti ad esercitarvi nelle prove di lettura, livello C1-C2 (Advanced e proficiency)?

@dtc_scuola_di_lingue

App Cambridge per esercitarsi agli esami KET e PET

Exam Lift apps

Exam Lift is a fun and flexible way to practise and improve your English.

Download Exam Lift for free.

Download Exam lift from Google Play
Download Exam lift from the app store

Quiz your English screenshotExam Lift

Exam Lift is a new series of mobile apps which help you prepare for your A2 Key for Schools and B1 Preliminary for Schools exams. Each app includes daily activities that encourage you to practise your English in all four language skills – reading, writing, listening and speaking.

What are the benefits?

  • Get fun daily activities including exam practice
  • Develop the skills you need for the A2 Key for Schools and B1 Preliminary for Schools exams
  • Receive instant feedback on your performance and quickly improve your skills
  • Practise your English in all four language skills – reading, writing, listening and speaking
  • Learn English on the go – anytime and anywhere
  • Make in-app purchases to access activities immediately
  • Content developed by Cambridge Assessment English, the producer of Cambridge English Qualifications.

Exam Lift: A2 Key for Schools

Download free now on Android and iOS.

Exam Lift: B1 Preliminary for Schools

Download free now on Android and iOS.

Exam Lift privacy policy and end-user license agreement

Come esprimere le emozioni al pc?


@dtc_scuola_di_lingue 

Kahoot: gioco online per imparare l’inglese.

Volete provare un nuovo gioco con i vostri bambini e insegnare loro l’inglese? Questa è una nuova piattaforma della Cambridge. Buon divertimento! @dtc_scuola_di_lingue 

Manfredi: «Niente plexiglass all’università ma più aule. Da settembre lezioni in aula e online»

«Da settembre -anticipa Manfredi – ripartiremo con le lezioni in presenza ma consentiremo anche un’integrazione con una didattica a distanza perché abbiamo il problema di affollamento delle aule, quindi ci saranno delle alternanze, e dall’altro abbiamo il problema degli studenti stranieri e fuori sede che richiederanno la dad. Non dobbiamo lasciare nessuno indietro».

Coronavirus, cambia il calendario dei test. Medicina 2020, il 3 settembre. Tutte le date
  • Coronavirus, cambia il calendario dei test. Medicina 2020, il 3 settembre. Tutte le date
  • Coronavirus, cambia il calendario dei test. Medicina 2020, il 3 settembre. Tutte le date
«Ci sarà una nuova organizzazione»

Per quanto riguarda il rientro in ateneo, il rettore della Federico II esclude la possibilità di mettere i pannelli di plexiglass nelle aule, come ipotizzato dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina: «No, non ci stiamo pensando. Pensiamo invece all’allungamento dell’orario per le lezioni e a un maggior numero di aule. Ci sarà dunque una diversa organizzazione».

Notizie su scuole elementari, medie, superiori, liceo, universita’, quotidiano in classe, maturita’, esami di stato, studenti, insegnanti, professori.

Sorgente: Manfredi: «Niente plexiglass all’università ma più aule. Da settembre lezioni in aula e online»

DTC è Exam Preparation Centres – Cambridge English Exams Torino

Il Platinum Centre IT017 Cambridge English Exams Torino collabora con numerose scuole di lingua e insegnanti freelance, che preparano e iscrivono candidati agli esami Cambridge Assessment English ed hanno pertanto ottenuto il prestigioso status di Preparation Centre.

DTC è il centro preparazione ufficiale di Pinerolo ormai da molti anni!

l’inglese resta uno dei punti deboli del nostro sistema scolastico: lo si studia poco e male.

Inserito per legge già dalle elementari e obbligatorio come lingua di espressione per una delle materie della maturità, in realtà l’inglese resta uno dei punti deboli del nostro sistema scolastico: lo si studia poco e male ed è lasciato alle famiglie di provvedere a farlo imparare ai figli. Quest’ anno, con il colpo di spugna agli Invalsi che ha cancellato anche la possibilità di attestarne la conoscenza, chi vorrà dimostrare la propria preparazione, dovrà rivolgersi a enti certificatori privati, o aspettare di sostenere l’esame all’università. I test d’inglese, introdotti nel 2019 per l’ultimo anno di scuole superiori e svolti un’unica volta, contenevano domande di comprensione, lettura e ascolto basate sui test di lingua di livello B1 e B2 (i livelli «soglia» e «progresso» del Quadro linguistico europeo per le lingue straniere QCER). Servivano ad accertare che, alla fine del quinto anno, ogni studente avesse raggiunto un livello pari a B2: una buona padronanza della lingua nello scritto e nel parlato. «Ma lo scorso anno solo il 30% degli studenti ha raggiunto il livello B2 sia in reading che in listening, competenze che vengono valutate separatamente, per meglio mettere in luce quello che si è appreso», dice Ricci. Per permettere a tutti di superare il test, comunque, le prove erano strutturate anche sul livello B1; ma il risultato non è stato incoraggiante. Le carenze partono da lontano: «Alle medie, dove i livelli delle prove erano l’A1 e l’A2 (livelli «contatto» e «sopravvivenza» del sistema QCER), solo il 55% dei ragazzi è arrivato al livello più alto». Una forbice che si allarga, andando avanti.

Maturità 2020: c’è la tesina. Tutto sui voti, il colloquio e la conversione dei crediti
Il livello richiesto

Passare il livello B2 e ottenere il relativo certificato, nel «curriculum delle competenze» rilasciato al termine delle prove Invalsi, sarebbe una buona indicazione per il mondo del lavoro: per molte aziende la certificazione è indispensabile. All’università, può valere uno «sconto» sugli esami: basta la certificazione per farsi convalidare i crediti. «Il livello richiesto dalle università è almeno il B1 per le lauree triennali e il B2 per le specialistiche – spiega Ricci -. Alcune, come il Politecnico di Milano, hanno requisiti più alti (livello C1 il livello «dell’efficacia» secondo il sistema europeo) per le lauree magistrali, dove quasi tutti i corsi sono in inglese». E non va dimenticato che sono state proprio le Università a porre in maniera molto pressante il tema di avere una valutazione nazionale, per dare un voto o giudizio comparabile per i ragazzi che si presentano agli atenei.

https://www.corriere.it/scuola/maturita/notizie/maturita-2020-cosi-lockdown-ha-cancellato-patentino-inglese-f3892592-a016-11ea-8f7d-66830a0d6de9.shtml

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: